Come inserire la musica in sottofondo in OBS

Ci sono diversi modi per poter riprodurre musica in sottofondo nelle dirette con OBS, e con l’arrivo di Soundtrack by Twitch inizieranno a proliferare plugin e alternative per ovviare alla questione. L’unica limitazione risiede nella riproduzione di musica protetta da Copyright perché Twitch ha iniziato a prendere provvedimenti per impedirne giustamente l’utilizzo. Qualcuno crede che i problemi nascano solo con le repliche e nei VoD, ma non è così e un sommarsi di strike può portare al ban del canale.

Vi consigliamo di utilizzare playlist royalty free da produttori che distribuiscono i propri brani con licenza CC per la condivisione (Creative Common). In questo caso basta segnalare nella descrizione della diretta o nei pannelli sottostanti al player i brani utilizzati con i relativi artisti e non avrete problemi con la legge. Ci sono anche piani a pagamento come artlist.io che offrono con un servizio a sottoscrizione la licenza per l’utilizzo privato e commerciale di una lista più o meno lunga e varia di brani musicali.

Indipendentemente da dove ricada la scelta a questo punto avrete tre alternative più o meno valide per aggiungere l’audio alle vostre dirette.

VLC Media Player

VLC + File offline

Se avete modo di utilizzare dei file offline sul vostro hard disk, questa è la soluzione che fa per voi ed è personalmente la più semplice e pulita delle tre.

  • Aggiungete a una cartella dedicata tutti i file che volete utilizzare per la vostra diretta.
  • Prima di avviare OBS, installate VLC, se lo avete già non dovete fare nulla.
  • Una volta avviato OBS, aggiungete alle sorgenti Fonte video di VLC
  • Aggiungete nella zona “Playlist” la cartella che avete preparato premendo +
  • Nelle sorgenti audio comparirà la nuova sorgente e potete gestire il volume della musica da lì

Dalla versione 26, OBS subito sotto alla finestra di preview dà modo all’utente di avanzare di traccia o interrompere la riproduzione senza dover entrare nelle proprietà. In questo modo è molto più semplice interagire con la riproduzione dei brani.

App Desktop (Spotify, browser) + Uscita predefinita

Questa soluzione è anch’essa molto semplice da attuare, ma presenta qualche effetto collaterale non sempre funzionale alla diretta. Di base OBS aggiunge alle sorgenti audio l’uscita predefinita del proprio PC, ovvero quella che se non avete fatto modifiche sta riproducendo l’audio dell’applicazione musicale che state utilizzando. Allo stesso tempo questa uscita ingloba anche gli audio provenienti dalle notifiche e da tutte le altre applicazioni desktop, che possono essere rispettivamente disattivate e chiuse, ma che richiedono sempre un’attenzione extra per evitare problemi. Sempre in questo senso, Windows ha dei meccanismi automatici di riduzione del volume delle applicazioni in concomitanza di segnali e notifiche Windows, che fanno fluttuare spiacevolmente l’intensità sonora del sottofondo musicale.

Spotify in sottofondo

App Desktop + Uscita secondaria

OBS negli ultimi aggiornamenti ha introdotto tra le sorgenti in ingresso anche le uscite audio. Questo significa che qualora dovessimo riprodurre il sottofondo musicale in cuffia e l’audio desktop sulle casse del PC, potremmo inserire entrambi nelle sorgenti di OBS mantenendoli separati, tenendo autonoma la gestione dei volumi. Tramite la funzione di monitoraggio si manda la traccia audio dalle cuffie alle casse, risolvendo anche la questione della riproduzione audio sul proprio setup.
Le cuffie o l’uscita audio HDMI o qualsiasi altra sorgente secondaria, servono esclusivamente come tramite tecnico per OBS per separare l’audio dell’applicazione da quello di sistema in OBS. La soluzione è sicuramente la più articolata, ma è anche quella che offre la massima libertà possibile.

Cattura audio in uscita

  • Controllate di avere almeno due uscite audio disponibili sul vostro PC
  • Aprite l’applicazione musicale che dovete utilizzare
  • Andate nelle impostazioni audio WIN 10 -> Opzioni audio avanzate
  • Impostate l’uscita secondaria come output per l’applicazione
  • Aggiungete l’uscita audio come nuova sorgente di OBS e scegliete l’output secondario appena selezionato
  • Se potete disattivare l’audio principale
    • Disattivate l’audio dell’uscita predefinita
    • Nelle impostazioni di OBS scegliete come dispositivo di monitoraggio il vostro dispositivo principale
    • Andate nel mixer audio, entrate nelle proprietà audio avanzate e attivate per l’audio in uscita l’opzione “Monitora l’audio e invia all’uscita”
    • A questo punto dovreste sentire l’audio tramite le casse principali e averlo separato nelle tracce di sistema
  • SOLUZIONE 1 – Se non potete disattivare l’audio principale
    • ripetete la procedura fino all’esaurimento delle sorgenti da registrare e dei dispositivi audio disponibili sul vostro computer
  • SOLUZIONE 2 – Se non potete disattivare l’audio principale
  • SOLUZIONE 3 – Se non potete disattivare l’audio principale
    • Dovete utilizzare contemporaneamente i due dispositivi audio scelti

Consigliamo poi di sfruttare al massimo i filtri di OBS per bilanciare al meglio i volumi tra musica e parlato. E’ anche per questo motivo che le soluzioni con tracce audio separate, per quanto più articolate da strutturare, sono anche quelle più consigliabili per le possibilità che offrono.

 

 

Lascia un commento