OpenShot, video editing gratis – Recensione

I più importanti software di montaggio video sono noti a tutti quelli che vogliono avventurarsi nel mondo dell’editing e sono ovviamente a pagamento, o lo è la rispettiva versione completa. Questi sono Adobe Premiere, DaVinci Resolve, Final Cut Pro, Magix Vegas Pro, Lightworks e tutta la pletora di emuli del genere adatti a un pubblico amatoriale.

Openshot Schermata

Per coloro che hanno bisogno di poche e specifiche funzioni, come il ritaglio dei video, qualche sovrapposizione e ingrandimento vari, c’è un’ulteriore possibilità che potrebbe rivelarsi molto efficace e altrettanto conveniente. Si tratta degli editor video gratis o open source.

I più noti e storici sono Shotcut, Avidemux e Openshot. Oggi ci dedicheremo a OpenShot. Il software sviluppato sotto la licenza GPL V3.0 che quindi decreta la gratuità del progetto da qui fino alla fine dei suoi giorni.

Openshot è un editor video non lineare, multi-traccia, che integra filtri, transizioni e per le animazioni e i titoli si appoggia a Blender. L’impatto visivo invoca le vecchie interfacce grafiche Linux con bordi tondeggianti, icone Linux dai colori accesi, passa da tema chiaro e tema scuro.

Trattiamo di Openshot perché con la release 2.5 il programma di editing ha ricevuto il supporto all’accelerazione hardware che ne migliora le performance di un buon 30-40% a seconda delle diverse situazioni.

Il programma offre sufficienti caratteristiche per consentire del semplice montaggio senza limitazioni. Openshot è disponibile sui 3 gruppi di sistemi operativi classici: Windows, Mac OS X e Linux.

La lista completa delle caratteristiche la trovate qua: https://www.openshot.org/it/features/.
La natura Open Source di Openshot lo porta ad avere poche funzioni, ma ognuna trattata come prodotto completo o secondo le possibilità del team. Non ci sono castrature volute, come per la versione gratuita di DaVinci Resolve, perciò quando lo si prende in mano si ha la sensazione di avere a che fare con un prodotto modesto per quanto completo in se stesso.

Openshot Zoom

PRO e CONTRO di OpenShot

+ Gratuito e Open Source
+ Community solida e aggiornamenti costanti
+ Programma semplice ben orchestrato a livello di struttura visiva
+ Supporta tracce illimitate
+ E’ basato sulla libreria FFMPEG e quindi la compatibilità con i formati video è molto alta
+ Pieno supporto alle risoluzioni fino a 4K
+ Supporto all’accelerazione hardware
+ Integrazione Blender
+ Sistema di proprietà ed elaborazione della traccia integrato
+ Ha tutto quello che serve per il montaggio base
+ Gestione degli effetti con Keyframe

– Crash frequenti indipendentemente dalla piattaforma
– Problemi con le performance nelle operazioni base
– Le limitazioni alle funzionalità ci sono e si sentono presto
– Audio e video sulla timeline non si possono vedere contemporaneamente su una singola traccia, bisogna separarli
– Keyframe poco chiari visivamente e difficili da gestire
– Selezione di una sottoclip con input e output non pervenuta
– Difficoltà a riconoscere sui portatili con Nvidia Optimus l’accelerazione hw

2,5/5

Conclusioni

Openshot è un programma che dimostra l’impegno di una community affiatata nei confronti della propria creatura e offre impostazioni interessanti che coprono tutte le caratteristiche del video editing base, senza dimenticare titoli, transizioni ed effetti, oltre a una compatibilità eccezionale con molti formati video e al recentissimo supporto all’accelerazione hardware. Purtroppo questa attenzione ai particolari si scontra continuamente con un programma non particolarmente stabile e un po’ troppo lentino, che non riesce a essere agevole se non nelle sue funzionalità base, diventando ingestibile una volta che il progetto video si complica.

LINK DOWNLOAD: https://www.openshot.org/it/download/

2 commenti su “OpenShot, video editing gratis – Recensione”

  1. buongiorno, vorrei capire se questo programma lascia una filagrana molto grande tipo filmora o se si può usare anche il programma gratuito

    Rispondi

Lascia un commento